PS.COM Pagina3 Moda Lezioni di vita, studi di settore
Lezioni di vita, studi di settore
Scritto da Gh¥gno
Giovedì 30 Dicembre 2010 0 Commenta Stampa
Un saluto da Bridgetown, capitale delle Barbados (sì, quelle di Rihanna) dove mi trovo per festeggiare l'ultimo giorno dell'anno a mollo nella vasca jacuzzi piena di champagne Krug annata 1988. Una veloce lezione gratuita per Voi, un appagante crescita professionale e sentimentale per il sottoscritto che veste sempre benissimo. Si parte.
- L'atleta italiano del 2010: non c'è alcun dubbio, Armin Zoeggeler da Foiana. In alternativa Michele Scarponi da Filottrano.
- Il miglior atleta al mondo nel 2010: Manny Pacquiao. In alternativa da Verviers ecco arrivare l'inimitabile Philippe Gilbert.
- Il socio Valerio mi ha spedito il "VL Magazine". Non male, buona idea, ben patinato, discrete foto ma le solite firme già lette e rilette. Appena finito qua vado a spedire il mio contributo alla rivista sperando che nel prossimo numero venga pubblicato.
- La moda più brutta del momento: il calzone arrotolato alla caviglia, inguardabile. C'è cascato pure Re Giorgio.
- Re Giorgio però che griffa una monumentale giacca blazer per lo staff della sua Armani Jeans Milano (su Bucchi non diciamo nulla). Altrochè i completi dell'uomo Dalmonte e compagnia.
- Cercate un'azienda diversa, che vada oltre alle solite Nike Adidas Puma e compagnia, per i vostri sport all'aria aperta: rivolgetevi alla Pearl iZumi.
- Il nostro amico critico cinematografico ci ha cosi risposto alla domanda: "Quale il film dell'anno che si sta concludendo?" "Se si vuole dare un taglio radical chic direi Tarantino o addirittura Somewhere della Coppola. Inception per una scelta più geek." Mah, avrà detto il giusto? Altrimenti l'amico di Roberto C. ci ha parlato bene di "Basilicata coast to coast".
- Musica maestro. "Fireflies" degli Owl City, "Rocket" dei Goldfrapp e "Tik Tok" per Ke$ha (che abbiamo anche conosciuto a Baltimora) per le orecchie. Ci è piaciuto anche "Ain't leavin without you" di Jaheim featuring Jadakiss. Per lustrarvi gli occhi consigliamo invece "Champagne life" di Ne-Yo, that's what I call classy. Psichedelico anche "Super High" per Rick Ross featuring lo stesso Ne-Yo (che abbiamo conosciuto a Las Vegas).

Dopo tutto questo ben di Dio salutiamo il presidente Franco Riccardo, abbastanza performante nella giacca principe di Galles, anche se dalla foto di Toni Luca (non ero all'Adriatic Arena domenica scorsa, ero bensì ad Ascot per un party benefico) ci pare una taglia più grande. Un classico sempre valido, abbinato al cardigan nero da voto 7+. Chiediamo però per il 2011 un netto cambio di passo, una virata, come dicemmo già: innoviamo perdinci, dimentichiamo a volte la giacca, mescoliamo gli ingredienti per una newco della moda, usciamo dalla Confindustria del tessuto.
Tutto ciò perchè, come diceva Gianni Agnelli: "Una cosa fatta bene può essere fatta meglio".
Baci, abbracci, pacche sul culo e sulle spalle a tutti.
Ci si risente nel nuovo anno. E forza Vis.


Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna