PS.COM Pagina3
Il pollaio all'ombra del Pino
Vuelle Martedì 05 Febbraio 2008
pino.jpg Mi viene un dubbio…che il miglior acquisto della ScavoSpar sia proprio coach Stefano Sacripanti?

Pensiamoci bene. Qui a Pesaro in questi giorni sono successe cose mai viste. Non ricordo le sfuriate di un allenatore contro un suo giocatore in piena diretta televisiva per questioni non tecniche…non ricordo sfuriate del genere che non abbiano portato a cambiamenti in squadra senza se e senza ma.

Non ricordo l’invito a prendersi ognuno le proprie responsabilità senza che prima saltasse una testa.

E soprattutto non ricordo situazioni simili in cui non fosse proprio la testa dell’allenatore a saltare.

Lo scorso anno fu coach Calvani a lasciarci le penne quando Carlton Myers & C. misero i remi in barca contro Imola.

A proposito di penne, anche il gallo nel pollaio sembra cambiato…dopo aver per ben due volte convocato a sé stampa e tifosi, scomodandoli per le solite dichiarazioni inutili che dicono tutto e niente e con il solo fine di tutelare la propria virilità di fronte a cinquemila galline, è tornato col culo per terra a difendere e a servire la squadra. Solitamente o cambiava squadra o cambiava allenatore…Credo anche che, in tutta buona fede, si sia comportato da vero capitano incitando i compagni sia dentro gli spogliatoi invitandoli a seguire tutti insieme la rotta nel bene o nel male, sia in campo elogiandoli per ogni buona iniziativa, con eccessi di “pacca sul culo” a Slay durante la partita…un po’ per imbonirsi i tifosi e i commentatori di Sky, un po’ per riequilibrare la follia del nostro numero 35 quando commette un fallo.

Beh, credo che il buon Pino in tutto questo ci abbia messo del suo. Mi sembra di vedere in lui la voglia di mettere in piedi un gruppo a discapito dell’ego del singolo e la voglia di esaltare le qualità del singolo se messe al servizio della squadra. Cosa questa che cozza contro lo stile di gioco di alcuni. Però questa volta è lui l’intoccabile. È maturato il pubblico? È maturata la società? Sono maturati i giocatori? Non lo so, però so rispondere alla domanda iniziale e la risposta è SI'.
 
Quella magica atmosfera capace di ogni impresa
Vuelle Lunedì 04 Febbraio 2008
miele.jpgLo stile solitamente freddo e distaccato dei comunicati stampa divulgati dalla Scavolini-Spar lascia oggi spazio a un tripudio di parole cariche di pathos* (e di matrice prettamente veltroniana):

All' indomani di Scavolini Spar-Angelico Biella,la societa' desidera ringraziare i tifosi per il  caloroso sostegno garantito ai giocatori nell'arco di tutta la partita.
L'appello a compattarsi attorno alla squadra per aiutarla a superare il delicato momento e' stato recepito appieno.
L'apporto del pubblico unito al gioco della Vuelle hanno determinato un' atmosfera "magica", capace di rendere possibile ogni impresa.
L'augurio  e' che questa forza UNICA, in campo e sugli spalti, prosegua per  il resto della stagione, a partire da giovedi' prossimo quando, in Coppa Italia, contro Siena, saremo tutti chiamati a difendere l' orgoglio di una citta' e di una provincia.
Grazie a tutti e forza Vuelle.

Nel comunicato si fanno apprezzare soprattutto l'uso attento dello stampatello e delle virgolette a rimarcare le parole chiave. E non sfugga come la distinzione tra società da una parte e pubblico dall'altra dei primi due paragrafi abbia la sua sintesi perfetta nell'abbraccio finale in cui si marcia tutti insieme (colorati e compatti, si direbbe) a testa alta nonostante il fato quantomai avverso ci abbia regalato questa beffarda crisi nel momento clou della stagione. Non sappiamo se sarà sufficiente la magia per rendere possibile ogni impresa, ma siamo commossi fino alle lagrime e di conseguenza, ancora inebriati dall'"aura fatata" che abbiamo accarezzato ieri all'AdriaticArena - con i fratelli di sangue Myers e Slay che facevano a bacini in diretta tv, accorreremo in massa a comprare i biglietti per la partita di giovedì perché, diamine, Pesaro (ma un po' tutta la Provincia, che mica sono i figli della serva) ha un davvero ORGOGLIO da difendere.
(* anche la parola "patetico" deriva da pathos.)
 
Area di meta o Endzone?
Sport Mercoledì 30 Gennaio 2008
trofei.jpg

Un accostamento profano e dissacrante ed i puristi dei due sport, Rugby e Football Americano, dopo aver letto il titolo avran fatto già una smorfia di disapprovazione. Non si possono raffrontare, due sport, due passioni, due mondi così diversi. Non è certo intenzione di questo breve spazio, ci premeva solo dare luce e risalto a due eventi sportivi pregni di agonismo e rivalità che riempiranno il weekend sportivo dei “non pallonari”

 Da una parte l’RBS 6 Nazioni in cui, la gara d’esordio vede protagonista la nazionale italiana impegnata al Croke Park contro l’Irlanda. Una partita ricca di attese, per una nazionale che negli ultimi anni ha saputo conquistare le attenzioni del grande pubblico. Ci sarà l’esordio di coach Nick Mallet, l’ex sprigboks è atteso ad un compito piuttosto arduo dopo la delusione del Mondiale.

 
Il clientelismo abolirà l'IVA?
Politica Martedì 29 Gennaio 2008
ceppaloni1.jpgTroppo semplice odiare il clientelismo ceppalonico. I tiggì ce lo propinano in talmente tante salse che oramai lo sdoganamento è dietro l'angolo. Free Sandra! Free Sandra! Urla il PM di Napoli, che avrebbe ben altro da pensare che revocare gli arresti della muliera più famosa d'Italia al momento. Ma tant'è: consigliare un nome per un posto di prestigio non è reato, la legge lo consente. Mi consenta, se lo faccio, ma se il mio figliuolo è bravo che ci posso fare? Un concorsino pilotato? No, dopo sarebbe fastidioso verso chi vincerebbe al suo posto, che dovrebbe essere scalzato da cotanta prole a causa della ragion di stato. Lo stato di famiglia, chiaramente. E se papà Ceppalone, che sembra il nome di un orso buono in una favola per bambini, a causa della lesa maestà perpetrata da un vecchio pm arteriosclerotico prossimo alla pensione, gode nel vedere ripulito l'onore della Sandra nazionale (che ha chiaramente scalzato nel ruolo la Mondaini), il governo, che per mano sua è caduto, è in questi giorni divenuto il solito compravendita di voti, partiti e partitini (con i diminutivi che non sono mai abbastanza). Tra "Voto subito" e "Santo subito" la differenza non si nota, tanto vale far votare anche i Santi, che da lassù potrebbero far pendere bilance pesanti. Ma la Chiesa, partito trasversale, non vuol fare come il Pd. "Noi non corriamo da soli" dice papa Ratzinger, "con noi c'è sempre Dio". "Non è vero", risponde il Popolo della Libertà, "dio è con noi". "Si", risponde lui, col sorriso appena sbiancato e la tintura fresca. "Io sono sempre qui e dopo l'ICI, aboliremo anche l'IVA, per un nuovo miracolo italiano". E mentre se ne va coperto dall'ovazione dei suoi balilla, la Zanicchi mestamente prepara i bagagli.
 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 Succ. > Fine >>

Pagina 58 di 60