PS.COM Pagina3
Forma urbana, forma di potere. A Pesaro?
Pesaro Giovedì 21 Febbraio 2008
pilotino.jpg

Il condottiero che guida il suo popolo ambisce ad essere ricordato in eterno. Ogni grande condottiero lascia il suo grande segno sul mondo. Basti pensare alle piramidi dei Faraoni, alle città fondate da Alessandro Magno, alla Roma imperiale, alle Ziggurat babilonesi...
Ogni popolo deve scegliere il suo condottiero affinché anch’esso possa prosperare e i propri costumi, valori, credenze e ambizioni necessitano così di essere fisicamente rappresentati.
La città dunque rispecchia il chi siamo, le nostre relazioni, le nostre organizzazioni sociali e inevitabilmente anche le nostre contraddizioni.
La forma urbana si evolve perché l’uomo stesso si evolve. L’uomo si autosupera e si autotrasforma, modifica i suoi bisogni, che si elevano, e diventa capace di generare la storia. L’uomo costruisce simboli, genera cultura e linguaggio. La città diventa così la cartina tornasole dell’evoluzione umana.
La città rinascimentale ha espresso la riscoperta della civiltà classica e delle arti… non a caso la città ideale veniva ricercata anche attraverso la pittura. Inoltre, poco prima, proprio sulla città venivano studiati gli effetti del buono o cattivo governo.
La forma della città non è mai casuale, anzi ci offre precise indicazioni sulla forma di governo che l’uomo ha scelto (più o meno liberamente, anche questo viene a galla) per sé.
Esempi rilevanti e relativamente più recenti ci portano alla Vienna dell’ottocento. In Europa si sta completando il definitivo passaggio dall’ancien regime alla società borghese e l’abbattimento delle mura è finalizzato proprio a questo. Il Parlamento viene costruito di fronte alla residenza imperiale, ormai la monarchia asburgica assoluta diventa costituzionale e la società borghese emergente si fonda sul diritto. Il Municipio viene costruito in stile neogotico, lo stile più diffuso in Inghilterra, tempio della borghesia, e che riprende la tradizione medievale del comune. Infine l’Università, di ispirazione rinascimentale, viene costruita appena fuori le mura (ormai la società è cambiata) e di fronte alla Chiesa, segno che la razionalità laica si oppone.
Insomma, sarà ancora banale ricordarlo, ma l’intreccio tra la costruzione fisica di una città e la costruzione di una società è innegabile. Forma urbana, forma di potere dunque.

 
Cedimenti strutturali - 2
Politica Mercoledì 20 Febbraio 2008
veltroni2.jpg
 
A thing of the past in two years' time
Internet Mercoledì 20 Febbraio 2008
giovanebill-gates.jpg25 gennaio 2004. Uno che di computer se ne intende faceva una previsione:
"In due anni le email di spam saranno solo un ricordo del passato."
Bill Gates

Vabbè, che gli rispondi a uno così... Ma interessanti sono le vie proposte dal Billy per arrivare a questo auspicabile risultato.
In parole povere:
- Mittenti autenticati dal provider di posta;
- Quiz da risolvere per chi invia email, in modo da impedire l'invio di massa;
- Tassazione da parte del provider per il mittente che viene considerato spammer dal destinatario.

A pensarci oggi, con il traffico di email letterlamente dominato dalle email spazzatura, vien da sorridere (ma non troppo).
C'è da augurarsi che il Billy abbia quantomeno risolto i propri personali problemi con la spam; solo un anno prima, era il 2003, rimarcava infatti: "Come qualsiasi utilizzatore di email, ricevo tonnellate di spam ogni giorno. Di cui la maggior parte si offre di aiutarmi ad uscire dai debiti o a farmi diventare ricco velocemente. Sarebbe anche divertente se non fosse così irritante."

A giudicare dai risultati c'è da pensare che il Billy abbia da allora cambiato strategia: adesso le email se le legge tutte e a tutte risponde, convinto che magari in una di esse ci sia davvero l'affare che gli permetterà finalmente di diventare ricco. (O superdotato?) Tuttavia, ancora insoddisfatto dai risultati, pare seriamente intenzionato a crearsi un account anche su Yahoo.
 
Arriva Thor, il vichingo "indifferenziato"
attualità Martedì 19 Febbraio 2008
Dim lights

Quanto sia oneroso e problematico il trattamento dei rifiuti, lo dimostra la “tragedia” della Campania alla quale media e istituzioni stanno prestando la loro allarmata attenzione in questi giorni. Ma i rifiuti solidi urbani, com’è noto, possono rappresentare anche una risorsa. In questa direzione va Thor, un sistema sviluppato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche insieme alla Società ASSING SpA di Roma, che permette di recuperare e raffinare tutti i rifiuti e trasformarli in materiali da riutilizzare e in combustibile dall’elevato potere calorico, senza passare per i cassonetti separati della raccolta differenziata.

Un passo oltre la raccolta differenziata e il semplice incenerimento, con cui i rifiuti diventano una risorsa e che comporta un costo decisamente inferiore a quello di un inceneritore. Thor (Total house waste recycling - riciclaggio completo dei rifiuti domestici) è una tecnologia ideata e sviluppata interamente in Italia dalla ricerca congiunta pubblica e privata, che si basa su un processo di raffinazione meccanica (meccano-raffinazione) dei materiali di scarto, i quali vengono trattati in modo da separare tutte le componenti utili dalle sostanze dannose o inservibili.

 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 Succ. > Fine >>

Pagina 56 di 60