PS.COM Pagina3
Uomini e dobermann
Moda Lunedì 21 Novembre 2011
AdriaticArena, 20 novembre 2011, circa le 19 e 22. A sinistra Sauro Ricardo "Rico" Tubbs che si nasconde il di dietro con un pullover come quelle 40enni che fanno jogging in viale Triste agli 8 minuti di media al km. A destra Franco "naftalina" Riccardo Del Moro con un completo che mi demoralizza la futura esistenza, e su di Lui non ci dilunghiamo oltre perchè non ci ha mai dato soddisfazione. Mai. E poi sir Myers (col patron Scavolini), senza un filo di grasso perchè lui è ossessionato dalla ciccia e se il plicometro segna rosso re Carlton si fionda in sala pesi ed inizia ad alzare bilancieri a manetta.
Per le foto:  copyright ph.H24 Toni/Ugolini ©
 
La prima al palas: tanti i bocciati
Moda Martedì 18 Ottobre 2011
Era ora, si riparte. Dopo un'estate a gozzovigliare ed a bere dei gran Cosmpolitan assieme a Steve "the dream", eccomi pronto ad imbracciare la pennamitraglia per scovare vizi privati e pubbliche virtù dei nostri eroi biancorossi (e non solo) di questa meravigliosa annata sportiva 2011/12. Prima giornata dopo la debacle di Biella (perchè quelli son due punti buttati nel bidone) ed all'AdriaticArena arriva la Milano da bere, la Milano di Formigoni, la Milano di Penati e la Milano di Abercrombie&Fitch in corso Giacomo Matteotti al numero 12. Via con le votazioni all'abbigliamento (questa stagione saremo sempre brevi e concisi).
Signorina a sinistra: biancorossa la mise ma non c'è forma, non c'è schianto, è tutta dritta e poco dona all'occhio dell'appassionato. La gonna poi è antica come il brodetto. Voto 5.
Franco Riccardo Del Moro (il presidente, per chi non lo sapesse): l'estate non ha evidentemente portato consiglio. Il solito completo da naftalina che lo invecchia di almeno una decina di anni (e dire che sarebbe anche un bel ragazzo, il nostro FR). Incorreggibile. Voto 4
Sergio Scariolo (coach della Milano da sorseggiare): basterebbe il gel per il 5 in pagella. Poi ci si mette pure re Giorgio disegnando un completo da matrimonio glorificato dall'ennesima cravatta regimental. Dispiace dirlo ma il signor Armani questa volta ci ha deluso. Voto 4. 9 invece alle polo griffate EA7 indossate dai massaggiatori e da Jeff Viggiano fermo ai box.
Valter Scavolini (il munifico sponsor): fa ancora la sua porca figura, forse anche grazie al nordic walking praticato sui tornanti della Panoramica. La scarpa non mi piace. Voto 6
Come prima uscita può bastare ed avanzare. Ora basta di cazzeggiare che come dice don Diego Della Valle: "Fa bene a tutti lavorare. L'ozio fa male".
Adieu
Per la foto: copyright ph.H24 Toni/Ugolini ©
 
Il Governo taglia? La scuola calcio aumenta
Pesaro Lunedì 03 Ottobre 2011
Poi in molti continuano ancora a pensare che la Politica sia qualcosa di astratto che non riguarda i poveri mortali e della quale non è necessario occuparsi... Eppure ogni giorno le decisioni prese a Roma o in Municipio in qualche modo ci toccano e si ripercuotono sempre e comunque sul portafoglio dei cittadini.
I casi potrebbero riempire interi volumi da far apparire l'Enciclopedia Britannica pressappoco come l'inserto umoristico domenicale di un quotidiano a tiratura limitata. Dai bambini lasciati a digiuno nelle mense scolastiche (mentre in Senato si pranza con una miseria) passando per l'assistenza sanitaria sempre più disastrata (che solo nei circuiti privati mantiene l'urgenza necessaria alla funzione di cui si occupa) per arrivare al rapporto qualità/prezzo dei mezzi di trasporto pubblici (con le auto blu sempre più belle e sgargianti).
Nello specifico, molti genitori pesaresi al ritorno dalle ferie hanno dovuto fare i conti con l'aumento del 20% sulle iscrizioni dei figli alle scuole calcio della città. Purtroppo questo incremento dei prezzi non ha risparmiato nessuno, indipendentemente dal quartiere di appartenenza e dalla società scelta per far divertire il proprio pargolo.
Le sette sorelle del calcio giovanile pesarese (Arzilla, Cattabrighe, Junior, Muraglia, S.Veneranda, Usav e V.S.Martino in rigoroso ordine alfabetico) hanno così deciso di richiedere 50€ in più all'anno alle famiglie che così sborseranno 300€ per l'attività sportiva 2011/2012. Soprassediamo sulla qualità dei campi di allenamento e delle strutture in generale (emblematico il caso della Junior costretta ancora sul sabbione del Supplementare) e soffermiamoci bene sul foglio apparso nelle bacheche delle varie società dove è ben spiegato il motivo dell'aumento.
Oltre a citare la crisi economica che rende più difficoltosa la raccolta di fondi derivanti dalle sponsorizzazioni e l'aumento dei prezzi dell'energia e dell'attrezzatura, la colpa degli aumenti viene rimbalzata in buona parte sull'Amministrazione Comunale.
Secondo quando riferitomi dal segretario di una delle società coinvolte, fino allo scorso anno il Comune contribuiva pagando il 50% delle utenze di ogni scuola calcio (gas, luce, acqua e telefono) ma dopo i tagli del Governo agli enti locali, questi sussidi sono stati annullati.
A confermare la mancata contribuzione pubblica è proprio l'Assessore allo Sport Enzo Belloni che spiega: "Purtroppo siamo stati costretti ad eliminare i contributi sulle utenze visti i pesanti tagli del Governo che ci hanno colpito nell'ultimo anno".
I tagli riguarderanno soltanto il calcio? "La nostra non è stata una scelta politica per penalizzare il calcio ma visto che le altre discipline non ricevevano lo stesso trattamento, i tagli sono stati più pesanti dove l'Amministrazione contribuiva di più. Abbiamo sforbiciato ovunque cercando di tutelare soltanto i settori del sociale ed i servizi educativi".
Ci sono spiragli per riprendere i finanziamenti in futuro? "Mi auguro che a fine anno si possa riuscire a trovare qualche avanzo di bilancio da redistribuire alle scuole calcio ma è molto difficile fare previsioni o dare rassicurazioni. La situazione è pesante".
Nel 2010 il contributo fornito dall'Amministrazione Comunale si è aggirato intorno ai 60 mila euro, distribuiti in base ai consumi effettuati dalle scuole calcio. A godere dell'aiuto sulle utenze figuravano anche le Formiche del Rugby Pesaro e i giovani giocatori del Baseball, quest'ultimi gli unici in qualche maniera ad essere stati tutelati con altre sovvenzioni vista l'impossibilità di ottenere entrate dall'affitto delle proprie strutture.
Aumenti anche nel rugby ma più contenuti, saranno 20€ in più a bambino con gli under 6 che pagheranno 120€ per la stagione mentre per i più grandi la quota sarà di 220€.
Di seguito la lista dei contributi elargiti nel 2010 da Comune (D.S. n. 1441 del 30/08/2010 http://bacheca-atti.comune.pesaro.pu.it/Atti/allegati/305336_merge.pdf.pdf)
Contributo del 50% sulle utenze delle società sportive giovanili
Baseball Club Pesaro Є 7.577,16
Muraglia Є 8.036,27
Pesaro Rugby Є 7.156,82
VISMARA 2008 Є 5.020,32
VIS PESARO 1898 Є 6.831,74
Villa S.Martino Є 5.049,09
Urbinelli River Є 4.582,24
ASD USAV Є 2.868,33
ARZILLA Є 1.822,88
S. Veneranda Є 6.165,15
Junior CentroCittà Є 4.755,93
TOTALE Є 59.865,93
 
Prendete nota. FR, anche tu!
Moda Martedì 13 Settembre 2011
Buongiorno, buonasera, bentornati. Una serie di interventi brevi, brevissimi, mirati, precisi e meticolosi per riallineare i vostri gusti sconclusionati.
- per la moda donna consigliamo ancora una volta il fantastico marchio francese Celine, Phoebe Philo (la direttrice creativa) super. A sinistra una creazione per l'autunno inverno.
- per la moda uomo sempre al top i cinque tasche della PT01, brand piemontese amato anche da Barack Obama.
- per la lettura "Chesil Beach" di Ian McEwan.
- per la buona educazione ribadiamo, in questo ultimo scampolo di tarda estate, il nostro "No alle infradito". Suggellato anche da Jonathan Franzen in "Libertà", il nuovo bestseller amato dalla borghesia che vuole leggere bene (a me non è piaciuto per nulla). A pagina 408 ecco cosa dice Patty Berglund: "Non sopporto le loro infradito. E' come se il mondo fosse la lora camera da letto. E loro neanche lo sentono, tutto quel ciabattare...".
Chiudendo e dandoci apputamento alla prossima chiediamo a FrancoRiccardo, il nerboruto presidente della Vuelle di avere un occhio di riguardo circa le mise dello staff tecnico guidato dal Yul Brynner Dalmonte. Via la giacca vista e rivista, assolutamente no a quelle cravatte abbattimorale, sì ad una proposta casual che metta assieme un brioso pantalone con un pullover dai colori interessanti. Noi ci speriamo FR, non ci deludere.
Saluti a tutti.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 60