PS.COM Basket Victoria Libertas Sarà ancora serie A
Sarà ancora serie A
Scritto da Matteo Fattori @Matt_Fatt
Domenica 30 Aprile 2017 2 Commenti Stampa
Contro una Milano comunque fortissima, anche se rimaneggiata, Pesaro fa un'altra gara della vita e complice la sconfitta di Cremona, rimane ancora in serie A

PESARO – Pesaro vince con Milano già prima matematica e approfittando della contemporanea sconfitta di Cremona a Varese, finalmente può esultare per la nuova salvezza ottenuta. La partenza è un po' confusa da ambo le parti, con Pesaro a provare a penetrare l'area milanese, vulnerabile perchè orfana degli infortunati Macvan e McLean. Il 9-2 iniziale è incoraggiante. A complicare i piani milanesi ci si mette anche il terzo fallo di Sanders. Repesa tenta la carta dei quattro piccoli con Fontecchio da finta ala forte e il solo Tarczewski centro boa. L'EA7 ci mette poco a tornare avanti: 10-11 a 2'30”. Dopo aver collezionato qualche padella di troppo si sveglia Hazell, quel tanto che basta per concludere il primo quarto sul 16-13. Quintetto rivoluzionato in avvio di secondo quarto con Zavackas, Jones, Jasaitis, Thornton e Ceron. Zavackas è imbarazzante in difesa su Pascolo. Milano torna così avanti:18-21 a 7'37”. I tagli in back-door dell'Olimpia fanno malissimo alla difesa biancorossa. I 2 lituani non seguono il proprio uomo neppure sotto tortura. Kalnietis e soci ringraziano. Ceron dà la carica ai compagni con due penetrazioni a segno. Il terzo fallo di Raduljica è un altro campanello d'allarme per Repesa. La panchina milanese è comunque infinita e riesce a sopperire alle tante assenze. Il 5-0 targato Hickman dà il nuovo massimo vantaggio ospite: 26-32. Ceron e Hazell accorciano al termine del primo tempo: 32-34. Milano vuole alllungare, ma Clarke e Thornton finalmente hanno un guizzo. E' 43-43 a 6'. Si accende il tifo bianncorosso, ma Simon spegne subito gli ardori: in un amen porta L'EA7 a +7 (45-52). Clarke non ci sta e pareggia ancora: 52-52. E' sempre lui aa firmare il nuovo sorpasso della Consultinvest (55-53). Sembra on fire la Vuelle, ma subisce il buzzer beater di Cerella da tre punti allo scadere di terzo quarto: 57-57. Si lotta senza sosta e il clima di bagarre risveglia persino Zavackas. Sul 63-62 il lituano si allaccia con Tarczewski. Il risultato sono due falli tecnici, uno al polacco e uno a Sanders. Quinto fallo di Sanders a 4'21” sul 70-67 Pesaro. Azione da 4 punti di Hazell (tripla + fallo) dà il +7 Vuelle (79-72 a 2'17”). Hazell nuova tripla del 82-74 e Pesaro finalmente inizia a crederci. Milano decide di aver sudato abbastanza e la Vuelle vola. Cremona intanto perde a Varese e la Vuelle amministra fino alla fine, quando l'invasione di campo dei tifosi, sancisce ancora per una volta la permanenza in serie A. Finale 90-79, ma quel che conta è la massima serie, conquistata ancora una vola.

Comments  

0 #2 vox populi
02-05-2017 14:48
Sembra incredibile come ogni anno, con (quasi) la squadra piu' scarsa del campionato , riusciamo a trovarne una da lasciare alle spalle..e' per il 5° anno di fila!, penso che sia record o poco ci manca..forse gli dei del basket davvero non vogliono che Pesaro lasci la sua casa..la serie A!
0 #1 gego83
01-05-2017 00:26
Massima serie obiettivo minimo raggiunto. Pochi discorsi x favore.... le annate storte ci stanno e questa lo è stata. Sono andate storte un sacco di cose, ci sono state decisioni societarie discutibili... ma alle fine... salvezza... noi sta serie A non la molliamo. X favore triennale a Clarke. Quel ragazzo ha 2 notevoli attributi e anche oggi partitone... prima al servizio degli altri poi si mette in proprio e fa il suo ventello quando conta. Chapeau!!! Rifirmatelo col sangue!

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi 5 articoli PS.COM