PS.COM Basket Serie D I gattacci superano il Sant’Angelo in Vado
I gattacci superano il Sant’Angelo in Vado
Scritto da Redazione PesaroSport @pesarosport
Lunedì 14 Dicembre 2009 0 Commenta Stampa
Per la dodicesima giornata i Wild Cats hanno affrontato la neo promossa Vadese. Aquarius fermato dall'Urbino
I gattacci schierano una formazione rivoluzionata rispetto alle ultime uscite in cui non compaiono le torri “pesanti” Massanelli e Simoncelli ma nel roster rientrano Gennari e Spinaci entrambi reduci da un infortunio a dar manforte al reparto sotto canestro e Bailetti negli esterni.
Le prime due frazioni sono agevolmente controllate dai padroni di casa e le due squadre arrivano all’intervallo lungo sul punteggio di 37 a 27 per i gattacci. Alla ripresa la Vadese mostra una maggiore determinazione e anche grazie alle incursioni in area del suo pivot Macciaroni, raggiunge dopo soli quattro minuti la parità: 37 a 37 e tutto da rifare per i Gattacci che tuttavia non si lasciano sopraffare grazie a due contropiedi finalizzati da Bacciaglia. Macciaroni continua ad essere un problema irrisolto per la difesa dei pesaresi e ristabilisce l’equilibrio con un gioco da tre punti frutto di un canestro più tiro libero aggiuntivo.
Alla fine del terzo periodo grazie a due conclusioni pesanti ad opera di Gaballo e Cesaroni i Wild Cats riescono nuovamente a distanziare gli avversari ma l’inerzia favorevole ai padroni di casa viene ancora una volta interrotta: l’arbitro fischia un tecnico alla panchina dei Gattacci e la Vadese capitalizza dalla lunetta trasformando tutti i tiri liberi a disposizione. Si va così all’ultima frazione sul 57 a 52 per i pesaresi.
Nell’ultimo quarto sale in cattedra Spinaci che grazie ad una serie di rimbalzi offensivi e canestri realizzati consente di operare il break decisivo che chiude definitivamente l’incontro. Con questa vittoria i pesaresi portano in perfetta parità il loro bilancio con 6 vittorie e 6 sconfitte, mentre la Vadese rimane ferma a 4 punti.

L’Aquarius sale ad Urbino in formazione ancora largamente rimaneggiata priva della guardia di Pumpo e del play Pompucci. La squadra di Coach Tonucci si deve arrendere ai Ducali che mandano tre giocatori in doppia cifra oltre i dodici punti e sfruttano la maggior mole sotto canestro.
I pesaresi provano ad aggrapparsi alla difesa a zona che tuttavia non porta i frutti sperati in quanto i padroni di casa alternano bene le soluzioni e mantengono le distanze.
Nei pesaresi da segnalare la conferma di Ferri che scrive 25 ma da solo non basta.
Con questa vittoria l’Urbino supera l’Aquarius in classifica e si issa a quota 12 dove affianca le pesaresi Bramante e Wild Cats.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna